Un libro per l’ambiente

logo_UN LIBRO PER L'AMBIENTE

Un libro per l’ambiente

La Biblioteca Nazionale di Potenza inizia la propria attività nel 1980. Fin dal momento della sua istituzione ha il compito di acquisire, raccogliere e conservare la produzione editoriale italiana e straniera; di conservare, accrescere e valorizzare le proprie raccolte storiche; di documentare il posseduto, di fornire informazioni bibliografiche, di assicurare la circolazione dei documenti e di svolgere attività di promozione.

In continuità con lo svolgimento di tali funzioni la Biblioteca Nazionale di Potenza vuole, in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale “Il Vecchio Faggio”, dotarsi di una sezione editoriale di qualità a carattere ambientale rivolto sia ai ragazzi che agli adulti.

Avvalendosi del supporto del Ceas ci si pone l’obiettivo di creare uno spazio dedicato ai ragazzi, dove attraverso la sezione editoriale a carattere ambientale, si cerca di avviare l’approccio al libro, di curare il rapporto ragazzo-libro, di sollecitare sia la scoperta del libro come piacere della lettura sia come aspetto importante della cultura, con il quale trovare soddisfazione a dubbi e curiosità, trovare nuovi momenti per l’approfondimento e lo studio.

Dunque creare un vero e proprio “ambiente educativo” in cui trattare le tematiche ambientali per aiutare, fin da ragazzi a prendere confidenza con la Biblioteca, che spesso viene considerata ed approcciata con soggezione, fino a crearne un’immagine “difficile” che porta a una sua scarsa frequentazione.

L’intento quindi è stato quello di dotare la Biblioteca di una sezione a carattere ambientale e di coinvolgere le scuole a partecipare al Premio nazionale “Un libro per l’ambiente”, promosso da Legambiente e da La Nuova Ecologia fin dal 1998.

Il premio da sempre vuole promuovere una relazione innovativa tra libro e giovani lettori, attraverso un riconoscimento per l’editoria di qualità a carattere ambientale rivolto ai ragazzi, il cui esito è determinato dalla partecipazione effettiva di migliaia di piccoli lettori che costituiscono la Giuria Popolare.

Infatti, ogni anno viene redatto il bando di partecipazione aperto agli autori ed editori di libri per ragazzi a carattere ambientale nel quale vengono individuati: i tempi, le scadenze annuali, le sezioni in cui si articola il concorso.

Una giuria di esperti di Legambiente seleziona una rosa di volumi che è poi proposta alla lettura libera di gruppi di ragazzi, all’interno delle scuole o nelle biblioteche, all’inizio dell’anno scolastico.

Tante sono state le azioni messe in campo dal progetto come:

- l’acquisto dei volumi selezionati nell’ambito del premio che sono stati poi distribuiti alle classi che hanno partecipato,

- l’acquisto di volumi per la dotazione della Biblioteca di una sezione dedicata all’editoria a carattere ambientale fruibile dal pubblico,

- Incontri plenari presso la Biblioteca e le scuole interessate per illustrare e pubblicizzare il progetto,

- Lettura dei testi con i ragazzi, laboratori di scrittura creativa e laboratori di educazione ambientale,

- incontro con l’autore di un libro candidato.

 

La lettura è stata dunque accompagnata da un progetto educativo che ha visto i giovani come lettori protagonisti, con l’intento di avvicinarli al mondo dei libri, ma anche di offrire loro contestualmente la possibilità di crescere e formarsi culturalmente.

Al termine del periodo di lettura, la giuria popolare è stata coinvolta nelle votazioni. Ogni partecipante ha potuto esprimere il proprio voto sui libri finalisti proclamando così i vincitori.

 

Sono state coinvolte 10 classi di alcune scuole di Potenza ed hinterland che si erano iscritte progetto nazionale e che hanno ricevuto i libri finalisti per la lettura in classe

Il progetto pertanto mirava sia all’acquisto di volumi così da dotare la Biblioteca di una sezione apposita e sia per permettere alle classi interessate di partecipare al concorso un “Libro per l’ambiente”.

Come evento conclusivo del progetto si è pensato di invitare uno degli autori in gara per l’edizione in corso, così da permettere un confronto diretto autore-lettore. L’invito è stato accettato da Alice Umana autrice del testo “La zampa dell’Ombrello”. Il momento di confronto è stato davvero interessante, poiché si avvertiva il grande interesse dei ragazzi suscitato dalla presenza dell’autrice, mille dubbi sono stati sciolti e tante curiosità soddisfatte, ma soprattutto i ragazzi hanno avuto la possibilità di affrontare, insieme all’autrice, il tema principale del testo: la libertà. L’autrice infatti, ha spiegato ai ragazzi l’importanza di essere liberi e come sia indispensabile fare delle scelte per preservare questo “bene “ così’ prezioso.